Aggiornamenti: Proposta di restrizione dei PFAS all'ECHA

Da: SiliconExpert il 23 febbraio 2023

A partire dal13 gennaio 2023, le autorità nazionali di Danimarca, Germania, Paesi Bassi, Norvegia e Svezia hanno presentato all'ECHA (Agenzia Europea per le Sostanze Chimiche) una proposta di restrizione delle sostanze per- e polifluoroalchiliche (PFAS) nell'ambito del REACH, il regolamento sulle sostanze chimiche dell'Unione Europea (UE).[1]

I PFAS, noti anche come "sostanze chimiche per sempre", sono stati ampiamente utilizzati nei prodotti fin dai primi anni '40 e si trovano comunemente in tappeti, moquette, pentole, cosmetici, mobili, elettronica e altro ancora. Negli ultimi anni sono stati sottoposti a controlli e regolamentazioni in quanto gli studi hanno dimostrato che l'esposizione può contribuire al cancro, ai danni al fegato, ai problemi di fertilità e all'aumento del rischio di asma e di malattie della tiroide.

Secondo l'ECHA, tutti i 10.000 PFAS rientrano nel campo di applicazione della proposta e saranno valutati per il loro impatto sull'ambiente. saranno valutati per il loro impatto sulle persone e sull'ambiente. Gli obiettivi principali della proposta sono la riduzione delle emissioni complessive di PFAS nell'ambiente e la riduzione delle emissioni di PFAS nell'ambiente. ambiente e intervenire prima che si verifichi un impatto si verifichi un impatto sostanziale.

 

Date chiave per la ratifica del regolamento sui PFAS

Le restrizioni proposte e la documentazione di supporto saranno rese disponibili il7 febbraio 2023, dopo essere state esaminate dall'ECHA. La proposta è attualmente disponibile per la revisione sul sito web dell'ECHA.

A partire da marzo 2023, i comitati per la valutazione dei rischi (RAC) e per l'analisi socioeconomica (SEAC) dell'ECHA si assicureranno che le restrizioni proposte soddisfino i requisiti legali del REACH. Se soddisfatti, questi comitati inizieranno le loro valutazioni scientifiche.

Il22 marzo 2023 è prevista una consultazione di sei mesi che inizierà con una sessione informativa online il5 aprile 2023.

In genere il RAC e il SEAC pubblicano i loro pareri entro 12 mesi dall'inizio della valutazione scientifica in conformità con il regolamento REACH, ma i comitati possono avere bisogno di più tempo per finalizzare i loro pareri a causa della complessità e dell'ampia portata dell'uso dei PFAS.

Condizioni di restrizione proposte

  • Divieto di fabbricazione, immissione sul mercato e utilizzo
  • I PFAS in quanto tali, come componenti di altre sostanze o miscele e in articoli.
  • Al di sopra di un limite di concentrazione stabilito
  • Periodo di transizione: 18 mesi dopo l'entrata in vigore
  • Deroghe specifiche per l'uso (limitate nel tempo)

SiliconExpertSoluzione di gestione della conformità

La restrizione e la regolamentazione dei PFAS continueranno, come abbiamo già detto nel nostro blog "PFAS Bans Coming to USA". Attualmente, il modulo di conformità della piattaforma P5 incorpora le sostanze PFAS tramite REACH, PFOA, PFOS e POP.

SiliconExpertIl modulo per la conformità con gli stati REACH, PFOS, PFOA e POPs

SiliconExpertSoluzione di conformità

Con la revisione in corso della proposta sui PFAS e la continua evoluzione dei divieti sui PFAS su scala globale, il team di conformità di SiliconExpertsta lavorando per mantenere una soluzione PFAS aggiornata per servire meglio i nostri clienti. Attualmente, il modulo di conformità della piattaforma P5 incorpora le sostanze PFAS attraverso il REACH, il PFOA, il PFOS e i POP.

 

Per saperne di più sulle offerte di compliance di SiliconExpert, cliccate sul link sottostante:

Nuova call-to-action
hbspt.cta.load(22076647, '12e65feb-a584-4d6e-9c71-f447989483d0', {});

Iscriviti ai nostri blog

Unisciti agli oltre 74.000 leader di componenti elettronici che ricevono aggiornamenti e approfondimenti da SiliconExpert' Tech Updates! Iscrivetevi oggi stesso e avrete accesso ad articoli sulle ultime tendenze del settore, aggiornamenti tecnologici, white paper, ricerche, infografiche, eventi, webinar e altro ancora.

Iscriviti ora