Taiwan vieta la fornitura di chip alla Russia

il 10 giugno 2022

9 giugno 2022 - Taiwan ha imposto un divieto di vendita di chip moderni a Russia e Bielorussia, l'ultimo round di sanzioni in risposta all'invasione dell'Ucraina. Il divieto esclude tutta la tecnologia moderna, compresi i microcontrollori per la maggior parte dei dispositivi elettronici.

Taiwan rappresenta la metà di tutta la produzione di microchip fondamentali per il funzionamento dell'elettronica moderna, compresi gli smartphone mobili, l'elettronica di consumo, le automobili e persino le attrezzature militari. I chip taiwanesi rappresentano anche il 92% dei progetti più avanzati dell'industria elettronica, producendo i chip più piccoli e più veloci del mercato.

 

Quali chip elettronici sono vietati?

Queste nuove sanzioni vietano alle aziende russe e bielorusse di acquistare chip "moderni" prodotti a Taiwan. Sono vietate le CPU con le seguenti specifiche:

  • Velocità di prestazione pari o superiore a 5 gigaflop
  • Frequenze di clock superiori a 25 MHz
  • Un'interconnessione esterna con una velocità di trasferimento dati pari o superiore a 2,5 MB/s
  • Più di 144 pin
  • Un tempo di ritardo di propagazione di base inferiore a 0,4 nanosecondi

Per contestualizzare le prestazioni di 5 gigaflop, la PlayStation 2 di Sony, uscita nel 2000, raggiungeva un picco di prestazioni di 6,2 gigaflop. Limitarsi a CPU da 5 gigaflop limiterebbe la capacità di calcolo a quella degli anni Novanta.

CPU ARM Microchip
Altri prodotti di cui è vietata l'esportazione in Russia

Inoltre, le aziende taiwanesi non possono più vendere a nessuna delle due società apparecchiature legate alla produzione di chip, tra cui apparecchiature per la produzione di wafer, scanner e microscopi elettronici a scansione.

Altri prodotti di cui è vietata l'esportazione in Russia e Bielorussia rientrano nelle categorie da 3 a 9 dell'Accordo di Wassenaar, tra cui elettronica, computer, apparecchiature di telecomunicazione, sensori, laser, apparecchiature di navigazione e GPS, tecnologia marittima, avionica, motori a reazione e altro ancora.

 

MITIGARE IL RISCHIO DELLA CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO MONITORANDO LE SITUAZIONI CRITICHE

È importante tenere sotto controllo i produttori e le aziende che reagiscono agli eventi che possono avere un impatto sull'economia globale. In particolare, stiamo monitorando le aziende e i siti di produzione all'interno della Russia o che forniscono servizi alla Russia per aiutarvi a capire come la vostra attività possa essere influenzata da queste nuove sanzioni.

In questo caso, stiamo seguendo lo sviluppo del chipmaker russo Mikron e il suo lavoro con MCST, lo sviluppatore della CPU Elbrus. Tuttavia, la tecnologia di fabbricazione di Mikron è inferiore a quella di TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing Company). TSMC produce il chip Elbrus con una tecnologia di fabbricazione a 16 nm, mentre Mikron utilizza una tecnologia a 90 nm, il nodo più avanzato.

L'ampia gamma di strumenti della piattaforma P5 di SiliconExpertvi aiuta a tenere sotto controllo la vostra attività.

Esplora l'argomento

3