Le sanzioni del Regno Unito colpiscono la Russia per i metalli preziosi 

Da: SiliconExpert il 27 maggio 2022

27 maggio 2022 - Il Regno Unito ha annunciato una tariffa del 35% su tutte le importazioni di platino e palladio dalla Russia e dalla Bielorussia, con un obiettivo di oltre 1,7 miliardi di sterline di scambi commerciali.

Questo nuovo ciclo di sanzioni ha lo scopo di aumentare la pressione sulla Russia e di indebolire ulteriormente la sua macchina militare da guerra. Queste nuove sanzioni aumenterebbero le tariffe sulle importazioni di metalli precedenti dalla Russia e dalla Bielorussia. La Russia è uno dei maggiori fornitori di entrambi i metalli preziosi, fornendo circa il 40% del palladio mondiale e il 15% di tutto il platino. Solo lo scorso anno il Regno Unito ha importato dalla Russia platino e palladio per un valore di 1,2 miliardi di sterline (1,47 miliardi di dollari).

Inoltre, il Dipartimento britannico per il commercio internazionale aumenterà del 35% le tariffe su un'ampia gamma di prodotti provenienti dalla Russia. È stato anche annunciato il divieto di esportare merci in Russia, bloccando il flusso di plastica, gomma, prodotti chimici e macchinari verso la Russia, un'industria che vale 250 milioni di sterline.

In una dichiarazione del ministro delle Finanze britannico, Rishi Sunak, questa nuova tornata di sanzioni avrebbe un impatto su oltre 4 miliardi di sterline di merci e arrecherebbe "un danno significativo allo sforzo bellico di Putin".

Lavorando a stretto contatto con i nostri alleati possiamo e vogliamo contrastare le ambizioni di Putin.

Rishi Sunak | Ministro delle Finanze del Regno Unito

MITIGARE IL RISCHIO DELLA CATENA DI APPROVVIGIONAMENTO MONITORANDO LE SITUAZIONI CRITICHE

È importante tenere d'occhio i produttori e le aziende che rispondono agli eventi che possono avere un impatto sull'economia globale. In particolare, stiamo monitorando le aziende e i siti Fab che si trovano in Russia o Ucraina, o che sono strettamente legati a questi Paesi, per aiutarvi a capire come la vostra attività potrebbe essere colpita.

L'impatto sull'azienda può manifestarsi sotto forma di materiali banditi da un certo sito di produzione e che devono essere dirottati verso un nuovo sito di produzione. Oppure metalli e minerali preziosi che improvvisamente subiscono un'impennata di prezzo a causa dell'aumento delle tariffe, per cui è necessario trovare fornitori alternativi per risparmiare sui costi.

SiliconExpertLo strumento P5 Supply Chain Risk Management non solo monitora gli eventi critici in tutto il mondo, ma fornisce anche informazioni predittive su prezzi, tempi di consegna e scorte.

Registratevi oggi stesso per una prova gratuita di 7 giorni e testatela voi stessi!

Esplora l'argomento

3