Perché gli Stati Uniti non usano la 220V come tutti gli altri paesi del mondo?

Da: SiliconExpert il 14 aprile 2016

È una domanda comune legata a un paio di idee sbagliate. La prima è l'idea che gli Stati Uniti siano l'unico paese al mondo a utilizzare lo standard 120V 60Hz. Il fatto è che ci sono molti altri Paesi che utilizzano principalmente la tensione di 120 V. Per questo motivo, non esiste un "tutti i Paesi". Per questo motivo, non esistono "tutti gli altri paesi del mondo". Alcuni paesi utilizzano 240V, altri 230V, altri ancora 220V e così via. Basta dare un'occhiata alla mappa qui sopra per avere una visione più chiara della disparità globale.

Per rispondere alla domanda, tuttavia, gli Stati Uniti hanno un'alimentazione più elevata. Quasi tutte le case negli Stati Uniti hanno linee a 240 V in corrente alternata all'ingresso del servizio e in alcuni punti della casa. Il motivo per cui si tratta di 240 V è che è la linea elettrica standardizzata qui. Alcuni paesi europei utilizzano 220V, mentre altri specificano 230V; la maggior parte degli elettrodomestici accetta comunque 220-240V.

Gli apparecchi collegati a questa alimentazione più elevata (in generale) comprendono macchine che dipendono maggiormente dall'energia, come forni e lavatrici. Gli elettrodomestici normali, come lampade, computer portatili e telefoni, non hanno bisogno di accedere a questa alimentazione.

Per coloro che sono sorpresi dal fatto che le abitazioni abbiano una tensione di 240 V, il funzionamento è il seguente: prima dell'ingresso nell'abitazione, i secondari del trasformatore di linea sono inseriti al centro in modo da fornire una tensione di 240 V in fase divisa su due rami caldi (1 e 2) e il neutro al rubinetto centrale (che è riferito alla terra nella scatola dell'interruttore). Nella maggior parte delle prese domestiche, il tratto 1 o il tratto 2 vengono utilizzati con il neutro per fornire corrente alternata a 120 V per alimentare piccoli elettrodomestici con un cavo a spina. In questo tipo di configurazione, non ci sarà nessuna presa al di sopra dei 120V. Inoltre, se si osservano entrambe le linee contemporaneamente, sembrano essere sfasate di 180 gradi l'una rispetto all'altra.

Per gli elettrodomestici più grandi, come nel caso del forno e della lavatrice di cui sopra, si utilizzerà il voltaggio da gamba 1 a gamba 2, ovvero una linea diretta di 240 V da una presa speciale o comunque cablata in aree specifiche della casa. Mentre gli elettrodomestici più grandi assorbono in genere circa 1800 watt (15 ampere a 120 V), queste prese speciali o punti cablati possono assorbire fino a 3600 W (30 A a 240 V).

Storicamente parlando, uno dei motivi principali per cui gli Stati Uniti sono rimasti fedeli alla tensione di 120 V come alimentazione standard è dovuto al fatto che inizialmente era legata all'illuminazione a filamento di carbonio. In seguito, è stato creato un filamento metallico che poteva essere utilizzato per sistemi di distribuzione dell'energia più efficienti a 220 V, ma poiché la rete elettrica del Paese era già ampiamente consolidata con un'infrastruttura a 120 V, non c'era alcun vantaggio nel rottamare il sistema iniziale per passare a un nuovo sistema a tensione più elevata. Per questo motivo, lo standard è stato fissato a 120 V.

Il Regno Unito è un'area del mondo che ha cambiato le cose dopo aver creato la sua rete elettrica. Era molto più piccola della versione statunitense, ma non poteva essere supportata dopo la Seconda Guerra Mondiale, quando il Regno Unito iniziò a esaurire il rame per ricostruire la sua infrastruttura. Per risolvere il problema, il Regno Unito decise di inserire il fusibile nelle spine, invece di avere tutte le prese collegate singolarmente a una scatola di fusibili. Per questo motivo le prese del Regno Unito sono diverse da quelle dell'Europa continentale.

.

Quindi, la risposta alla domanda è che le esigenze di una nazione vengono prima dell'unità globale. Non ha senso cambiare tutto solo per essere uguali a tutti gli altri. L'unica volta che ha senso armonizzare una rete elettrica è per rendere possibile l'unione delle reti elettriche o per facilitare l'utilizzo delle apparecchiature elettriche di un altro Paese. Gli Stati Uniti hanno una rete sostanzialmente più grande di quella di molti altri Paesi del mondo e un grande mercato interno che la utilizza in larga misura, quindi, dal punto di vista del commercio globale, non c'è nulla che spinga gli Stati Uniti ad aggiornare la propria rete elettrica.

Inoltre, se si considera che molti dei dispositivi elettronici digitali e degli alimentatori a commutazione di oggi sono in grado di funzionare con la maggior parte delle tensioni e delle frequenze di alimentazione principali del mondo, non si prevedono cambiamenti nel prossimo futuro.

Contenuto originariamente apparso su ElectronicProducts.com

14 aprile 2016, di Jeffrey Bausch

3